Relazioni efficaci: come potenziarle

Proviamo a capire innanzitutto cosa si vuole intendere con relazioni “efficaci”.

Si può considerare una relazione in questo modo quando al suo interno i membri sono liberi di esprimere se stessi nel rispetto altrui, di soddisfare i loro bisogni e di scegliere prendendosene la responsabilità.

Una relazione efficace è positiva, costruttiva e delineata da buoni confini tra le persone coinvolte; ciò significa che non è presente fusione, indifferenza o conflitto. Con il termine “confini” si intende possedere una buona consapevolezza di se stessi e dell’altro, in modo tale da poter distinguere i propri bisogni, emozioni e pensieri da quelli altrui. 

Essere efficace nelle relazioni, infine, non vuol solo dire essere in grado di costruire e mantenere relazioni importanti, ma anche di saper interrompere una relazione quando ci si rende conto che essa è inadeguata o disfunzionale.

Per potenziare questa competenza bisogna diventare consapevoli del proprio stile relazionale. Nella tabella sottostante vengono delineati 3 stili relazionali:

  • Tu in quale ti ritrovi?
  • Hai individuato qualche caratteristica che ti piacerebbe modificare?
  • Hai individuato qualche caratteristica che ti piace del tuo stile o che ritieni più funzionale per creare una relazione efficace?

Prova allora a potenziare o perpetuare le caratteristiche che ritieni positive e a modificare pian piano quelle che ritieni poco funzionali.

Stili relazionali

  AGGRESSIVOPASSIVOASSERTIVO
AZIONIcompetitivonon assume rischifa tutto ciò che serve per raggiungere i suoi obiettivi senza calpestare i diritti altrui
incapace di gestire le proprie emozionicerca approvazione e protezione altruifiducioso in sè e negli altri
cerca di umiliare gli altriservizievole, obbediente, insicuroha aspettative realistiche
non è interessato agli altrilascia decidere gli altriempatico e comprensivo
non rinuncia al suo punto di vistaevita i conflitticerca soluzioni ai problemi
ESPRESSIONI NON VERBALIMOVIMENTIscattosonervosogesti aperti e cordiali
ESPRESSIONI VOLTOaccigliato, criticoannoiato, assenteattento, coerente con le parole
CONTATTO VISIVOinquisitore, fissoraramente guarda negli occhidiretto
TONO DI VOCEsarcastico, freddo, a ltosommesso, lamentosolimpido, chiaro
STILE COMUNICATIVOASCOLTOcattivo ascoltatoreascolta solo per conformarsiascoltatore attento e ricettivo
ESPRESSIONE VERBALEincapace di comprendere punti di vista altrui, diretto, etichetta e critica distruttivamenteesitante, indiretto, non esprime idee e sentimenti proprimanifesta sentimenti e pensieri propri rispettando quelli altrui, da e riceve consigli
EFFETTISU DI SE'rischia di rimanere isolatorinuncia ad essere sè stesso (sintomi psicosomatici)accresce la sua fiducia in sè e si gratifica
SUGLI ALTRIfacilita l'emergere di alleanze contro di luiperdono la stima in luiaccresce la fiducia degli altri in sè e migliora le relazioni